venerdì 16 settembre 2016

Sarà un software il nostro medico H24

Un supercomputer affiancherà i medici aiutandoli a individuare la diagnosi più corretta? 

Si chiama Watson Health: è il software di intelligenza artificiale lanciato nell’aprile 2015 da IBM e che è stato già adottato da diverse strutture ospedaliere (inclusi quattordici istituti per la cura dei tumori). Il progetto è ovviamente in continuo sviluppo ed espansione, ma sta già rivoluzionando la medicina integrandola con il “cognitive computing”, cioè un sistema capace di comprendere testi e immagini, interpretare il linguaggio, capire, ragionare

venerdì 9 settembre 2016

Manca poco alla supremazia delle "Macchine"

Si prevede che al massimo fra 13 anni ci faremo sopraffare dai computer. 

È il 2029 la deadline entro la quale i computer saranno in grado di superare in astuzia il più intelligente degli esseri umani, grazie alla loro capacità di capire il nostro linguaggio e imparare dalle nostre esperienze. Continua ad affermarlo Ray Kurzweil, direttore del reparto ingegneria presso Google, che ha fatto notare come già nel 1990 un computer fosse in grado di battere un

martedì 6 settembre 2016

Le brevi di fdp - Novità per la colonizzazione della Luna

Stamperemo le basi lunari 

Potrebbe essere una stampante 3D a favorire la colonizzazione della Luna. L’Ente Spaziale Europeo sta pensando ad una base lunare composta da una struttura gonfiabile con un copertura “stampata” in 3D. Il materiale usato dalla stampate robot dovrebbe essere la regolite, la polvere che ricopre il suolo del nostro satellite. Tutte le brevi di fritturadiparanza qui.

lunedì 5 settembre 2016

Marte come la Terra

Le scoperte del Rover Curiosity confermano che un tempo il Pianeta Rosso godeva di un’atmosfera ricca di ossigeno, proprio come quella terrestre.  

Tanto tempo fa (aprirebbe una classica favola per bambini) Marte era uguale alla Terra. In passato aveva un’atmosfera ricca di ossigeno, simile alla nostra. La conferma è arrivata da una serie di rilevazioni effettuate dal Rover NASA Curiosity: la prova regina è il ritrovamento di ossido di manganese nell’area del cratere Gale. L’annuncio è stato dato con un paper pubblicato su Geophysical Research

mercoledì 31 agosto 2016

Torna fritturadiparanza

Dopo la pausa estiva ritornano le notizie succulente. 

Il 5 settembre Frittura di Paranza riparte bella carica per farvi gustare le più gustose news di scienza e tecnologia.
Colgo l'opportunità concessami da questo post per invitare tutti i lettori a STRANIMONDI, l'importante e famosa convention-fiera dell'editoria fantastica che si terrà a Milano il prossimo 15 e 16 ottobre. In quell'occasione verrà anche presentato il mio techno thriller Soccer Town. Per data e orario... keep in touch oppure seguitemi su facebook qui. Buona lettura. (P.S.: Soccer Town lo trovi qui.)

venerdì 8 luglio 2016

E fu vacanza!

Fritturadiparanza va in vacanza e torna a settembre, ma intanto puoi ri-gustarti le notizie più gettonate, sempre fresce e succulente. Buona estate a tutti

Faremo l'amore con un software? 
L’evoluzione dell’intelligenza artificiale fa passi da gigante: ultime novità, riflessioni, prospettive.
Il Chimborazo è la montagna più alta del mondo 
Non è più l’Himalaya il “tetto del Mondo”? 





Gli ultrasuoni sconfiggeranno il cancro 

In arrivo una nuova arma per contrastare cancro e altre malattie. Il romanziere John Grisham scrive un racconto per sponsorizzare la nuova terapia.


ED ANCORA:

Trapianti: anche il rene incompatibile sarà compatibile 
Strane creature popolano una grotta della Romania 
Occhio bionico: ci siamo quasi? 
È stato inventato il legno trasparente 
Solo poche gocce di sangue per ricostruire un volto
Il pugnale di Tutankhamon è extraterrestre 
Adesso la fotocamera è "volante"
Marte: La NASA coltiverà patate 


PROSSIMAMENTE:

Marte come la Terra
....




SBIRCIA IN ARCHIVIO:
Luglio
Giugno
Maggio
Aprile
Marzo
Febbraio
Gennaio
Dicembre



www.paoloantoniomagri.com


giovedì 7 luglio 2016

La luna ha un fratello

Si chiama 2016HO3 e ci orbita attorno da diversi secoli. Adesso arriva la conferma. 

Ora è ufficiale, lo dice la Nasa: la Terra ha un'altra piccola Luna. Niente paura, però, per la leadership del nostro caro satellite “prima donna” che tanto ha ispirato sogni, ambizioni e poeti. Il “secondogenito” è, per la precisione, soltanto un asteroide che si avvicina e si allontana dal nostro pianeta ruotando contemporaneamente anche intorno al Sole. Il piccolo corpo celeste è stato denominato

venerdì 1 luglio 2016

CD e DVD verranno sostituiti dalle piante?

Gli scienziati propongono una soluzione biologica all’esigenza sempre più crescente di immagazzinare dati. 

La nostra è l’era dell’informazione e l’informazione va “stoccata” e richiede spazio. Ogni giorno computer, hard disk, cloud, cellulari, banche dati varie strabordano di dati: le ultime statistiche parlano di 2500 miliardi di gigabyte al giorno, senza considerare la mole di byte accumulati da centri scientifici e sperimentatori di tutto il mondo. Come spesso accade, l’idea per una possibile soluzione è arrivata dalla natura. Karin Ljubic e il marito Iztok Fister, ricercatori dell’Università di Maribor (Slovenia)

mercoledì 29 giugno 2016

È evaso un Robot

Prombot è il primo robot ad evadere dal proprio laboratorio. È il primo segnale della rivoluzione delle macchine? 

Altro che evasioni da Alcatraz! È la prima evasione di robot della storia. Nella cittadina russa di Perm, Prombot – questo il nome di un piccolo robot come tanti… fino all’altro giorno perlomeno – ha pensato bene di “darsela a rotelle” fuggendo dal laboratorio dove era stato addestrato a muoversi indipendentemente, interagire e chiacchierare con gli esseri umani. Prombot è un automa creato per

lunedì 20 giugno 2016

Scoperta la quinta forza della natura?

I risultati di un esperimento ungherese ipotizzano l’esistenza di una quinta forza fondamentale.

Era dall’aprile 2015 che l’esperimento di un team di scienziati ungheresi aveva “raccontato” di un anomalia nel decadimento radioattivo dell’isotopo di berillio-8, però nessuno ci aveva fatto caso nonostante i risultati dell’esperimento fossero stati caricati sul server di pre-print ArXiv prima, e poi a gennaio 2016 pubblicati su Physical Review Letters. Il lavoro condotto dai fisici dell’Institute for Nuclear Research alla Hungarian Academy of